Assassinato in Kenya capomastro di Porlezza

Assassinato in Kenya capomastro di Porlezza

Aveva 48 anni, è stato raggiunto da due colpi di pistola nella sua abitazione a quindici chilometri da Nairobi

Un imprenditore di 48 anni originario di Porlezza è stato ucciso nella notte tra domenica a lunedì nella sua abitazione in Kenya, a 15 chilometri da Nairobi. La magistratura locale ha disposto l’autopsia sulla salma mentre le indagini stanno cercando di appurare le ragioni dell’agguato. L’ipotesi più probabile è quella della rapina fallita.

Paolo Rusconi era nel paese africano da circa tre anni anche se più volte, durante l’anno, tornava nella sua Porlezza dove era molto conosciuto e stimato. Aveva sfruttato l’opportunità offertagli da una ditta edile del luogo, trasferendosi a Mlolongo a fare il capomastro. In precedenza aveva lavorato come muratore in Svizzera facendo il frontaliere. Uno dei suoi due fratelli, Mario, ha rivestito la carica di consigliere comunale di minoranza una quindicina d’anni fa in paese nelle file della Lega Nord.


© RIPRODUZIONE RISERVATA