Valanga a Livigno, tiranese si salva grazie a uno “zaino galleggiante”
La valanga è caduta verso mezzogiorno, foto archivio

Valanga a Livigno, tiranese si salva grazie a uno “zaino galleggiante”

È stato trasportato, non in serie condizioni, all’ospedale Morelli di Sondalo principalmente per alcuni traumi alle gambe. Ora è ricoverato in osservazione, ma non è grave.

Si è salvato dalla valanga che lo ha investito oggi alle 12.15 sul Monte della Neve, a quota 2200 metri di quota, nel territorio di Livigno, grazie all’adeguata attrezzatura che aveva quando stava praticando snowboard fuoripista.

A salvarsi è stato un 27enne, residente a Tirano, che era dotato di uno “zaino galleggiante” che gli ha consentito di galleggiare nella neve e chiedere direttamente aiuto ai carabinieri sciatori in servizio di sicurezza nella skiarea. In poco tempo l’elicottero del 118 lo ha raggiunto, in una zona impervia, e l’equipe di soccorso lo ha estratto quasi del tutto illeso dalla slavina che lo aveva seppellito solo sino al bacino. È stato trasportato, non in serie condizioni, all’ospedale Morelli di Sondalo principalmente per alcuni traumi alle gambe. Ora è ricoverato in osservazione, ma non è grave. I carabinieri della Compagnia di Tirano stanno indagando per capire se la valanga sia stata spontanea o l’abbia provocata lo snowboarder che, praticando lo sport fuori pista, adesso rischia comunque una sanzione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA