Bennet per i profughi
Due bilici in viaggio
con 65mila prodotti

L’impegno dell’azienda e dei dipendenti. Alimenti e generi di prima necessità consegnati ai centri di accoglienza in Polonia

Bennet per i profughi Due bilici in viaggio con 65mila prodotti
La partenza di uno dei mezzi diretti in Polonia

Bennet in campo per dare sostegno ai profughi ucraini con due bilici in viaggio verso la Polonia.

Una risposta concreta sostenuta non solo dalla volontà della dirigenza ma da una lunga catena di dipendenti che si sono messi a disposizione per la buona riuscita dell’iniziativa umanitaria.

Alimenti e prodotti di prima necessità destinati alle famiglie, sono partiti nella notte del 25 marzo dal centro di distribuzione Bennet diretti a Medyka in Polonia dove Hope Onlus, organizzazione no profit laica e indipendente, è in prima linea. Un’area di confine particolarmente sensibile che accoglie i profughi provenienti da Leopoli: migliaia di persone arrivano stremate tutti i giorni formando quello che attualmente è il più grande campo profughi in Polonia allestito in scuole e spazi improvvisati.

Nei due mezzi partiti dal centro di distribuzione hanno trovato spazio più di 5.000 colli per un totale di 65mila prodotti come alimenti di prima necessità, prodotti panificati, biscotti per la colazione, cioccolato, legumi, carne in scatola, assorbenti, mascherine, coperte, cartoleria e giocattoli per bambini. Bennet e tutti i dipendenti hanno risposto prontamente all’invito di Hope Onlus mettendo a disposizione tutte le professionalità per l’intero processo logistico e organizzativo che hanno permesso di allestire la spedizione in brevissimo tempo.

L’invio dei mezzi carichi di prodotti non è l’unica azione messa in campo da Bennet per sostenere le famiglie in fuga da bombardamenti e combattimenti. La catena ha aderito anche all’iniziativa internazionale #AllTogether4Ukraine e offre ai propri clienti la possibilità di convertire i punti fedeltà Bennet Club in contributi economici per aiutare la popolazione colpita dalla guerra. Fino al 31 marzo, data di chiusura della raccolta punti, si potranno destinare 500 o 100 punti, l’equivalente di 5 o 1 euro, al sostegno del popolo ucraino. L’iniziativa è promossa e gestita da Feba, la Federazione Europea dei Banchi Alimentari con i quali Bennet lavora da anni attraverso Banco Alimentare Italia. Le somme raccolte anche grazie alla generosità dei clienti comaschi verranno destinate ai Banchi locali dei paesi di confine, in particolare andranno verso Romania, Moldavia e Polonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}