FoxTown, chiude Prada A rischio 27 posti di lavoro
MENDRISIO L’interno del FoxTown di Mendrisio

FoxTown, chiude Prada
A rischio 27 posti di lavoro

Lo storico outlet ticinese va forte ma il brand del lusso ha deciso di lasciare il negozio dopo diciotto anni

Prada, il prestigioso marchio italiano di abbigliamento e accessori, una delle bandiere del made in Italy di lusso, chiude dopo 18 anni il proprio punto vendita all’interno del FoxTown, il centro commerciale di Mendrisio che è diventato la capitale Ticinese dell’outlet e uno dei più importanti punti di riferimento per lo shopping nella fascia di confine, soprattutto in occasione dei saldi che portano moltissimi clienti comaschi verso il polo ticinese. A darne notizia nei giorni scorsi Il Corriere del Ticino.

All’origine della decisione di Prada ci sarebbe una modifica nella politica aziendale, che privilegerà d’ora in poi le boutique sul mercato internazionale a discapito della presenza negli outlet.

Certamente non sarà una partenza indolore per il ventennale colosso ticinese: il marchio italiano è uno dei più prestigiosi fra quelli di cui si può fregiare il centro commerciale e che hanno contribuito a edificarne la fama, coronata anche nel primo trimestre 2016 da una crescita del 10%, un risultato molto positivo e che fa ben sperare per il futuro.

L’abbandono della postazione del noto brand milanese della moda è previsto per la fine del 2016, la vetrina Prada era stata inaugurata nel 1998.

Sono ventisette i dipendenti attualmente impiegati nel negozio che rischiano di perdere il posto di lavoro. La loro sorte infatti non sarebbe ancora stata decisa: non è escluso il ricollocamento in altri negozi del gruppo.

Il FoxTown di Mendrisio - che schiera 160 punti vendita di grandi brand internazionali - ha 1.298 dipendenti, quasi la metà (560) dei quali comaschi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA