Holcim e i 73 tagli  Interviene il ministro
Como presidio lavoratori Holcim davanti alla Prefettura (Foto by Carlo Pozzoni)

Holcim e i 73 tagli

Interviene il ministro

Si rafforzano gli spiragli al tavolo a Roma. Venerdì incontro tra sindacati e azienda, poi consiglio comunale aperto

Holcim e i 73 esuberi: il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda scende in campo ed è pronto ad incontrare i vertici italiani ed europei. È questa la novità più grossa giunta ieri da Roma dove si è tenuto l’incontro tra i funzionari del Mise, la dirigenza del cementificio di Merone ed il Coordinamento delle Rsu assistite da Feneal, Filca e Fillea.

«Un incontro positivo – spiega a nome dei sindacati confederali Enrico Marconi della Fenenal Uil – anche perché l’azienda ha ribadito l’apertura verso l’utilizzo degli ammortizzatori sociali, così come peraltro auspicato dallo stesso ministero». Intanto venerdì 8 luglio ci sarà un nuovo incontro nella sede di Merone cui seguirà, la sera stessa alle 21, un consiglio comunale aperto alla cittadinanza per informarla sulla vertenza. . Incontro positivo anche per la Holcim, che spera che il nuovo incontro al Mise venga stabilito al più presto. «Vogliamo continuare il dialogo sociale – conferma l’amministratore delegato Lucio Greco – al Mise abbiamo ribadito la nostra volontà di rimanere in Italia, di continuare con il piano industriale fatto precedentemente e di riadattare le strutture di produzione e di supporto alla nuova situazione di mercato».

I DETTAGLI SUL GIORNALE DI OGGI


© RIPRODUZIONE RISERVATA