«La burocrazia cresce ancora  Ma l’artigiano non si arrende»

«La burocrazia cresce ancora

Ma l’artigiano non si arrende»

Confartigianato ha dovuto pubblicare il calendario del 2015 provvisorio per i continui cambiamenti sulle scadenze. Galimberti: «È la nostra capacità che ci salva». L’intervista di fine anno completa sul giornale di oggi

Anche le norme che dovrebbero semplificare, complicano la vita. E intanto rispetto a sei anni fa il saldo dell’impatto burocratico è di 24: una norma in più. La difficoltà però Confartigianato Como l’ha verificata anche alla prova del calendario 2015 da dare agli associati con le scadenze. Si è dovuto specificare che è provvisorio, che insomma potrebbe cambiare ancora qualcosa.

Si può lavorare così? No, dice il presidente Marco Galimberti, reduce dalla conferma alla guida dell’associazione, nella sua intervista di fine anno: «Quello che ci permette di resistere è la nostra capacità di artigiani. Se siamo pronti a scendere di nuovo in piazza, come lo scorso febbraio? Eravamo al limite della sopportazione, speriamo di no. Ma dalle parole bisogna passare ai fatti, al Governo».

L’INTERVISTA COMPLETA SUL GIORNALE DI OGGI


© RIPRODUZIONE RISERVATA