Mercoledì 14 Novembre 2012

Le gomme
da neve
e i comuni
incapaci

Sul mestiere di automobilista, persino un comico, Gioele Dix, ha fatto la sua fortuna. Avete in mente i suoi sketch a Zelig? Lui è l'automobilista perennemente inc…, quello che ogni giorno deve difendersi da chi guida con il cellulare, con quelli in doppia fila, con le scritte in inglese sui pannelli autostradali. Tutto da ridere, ma tutto vero. Perché il mestiere di automobilista è davvero complicato.
In questi giorni non si fa altro che discutere di gomme da neve. L'ultima pensata è di renderle obbligatorie. Chi verrà pescato senza, dopo il 15 novembre, rischia multe salatissime. Insomma anche chi si trova a guidare in territori dove la neve si vede quattro giorni all'anno, dovrà spendere una fortuna per munirsi di pneumatici invernali. Motivo? La sicurezza si dice, ma la verità è un'altra. Gli ultimi anni hanno ampiamente dimostrato la quasi totale incapacità dei comuni di gestire anche la più banale delle nevicate. Bastano pochi centimetri per mettere in ginocchio le città. Si sparge il sale (quando c'è) dopo che è scesa la neve, si fanno uscire i mezzi con colpevole ritardo, si prendono sottogamba le previsioni. Mettiamoci anche la scarsità di risorse e si capiscono i drammatici risultati. Ecco quindi che dal cilindro esce la bella pensata: rendiamo obbligatorie le gomme da neve, o la catene, così risolviamo la questione. Scarichiamo sugli automobilisti, l'incapacità delle amministrazioni, e speriamo che basti.
In questa decisione c'è anche una parte comica. Non tutti i comuni hanno adottato questa decisione. Così potrà capitare di vivere in un comune dove l'ordinanza non è prevista, e doversi recare in un altro dove invece è stata adottata. Che deve fare l'automobilista? Nessuno lo dice. Ma è escluso che uno possa portarsi le gomme da neve sul tetto, per fare il cambio ad un certo punto del tragitto. Comiche a parte c'è una questione meramente economica. I  pneumatici invernali costano e in un momento di crisi come quella che stiamo vivendo, una spesa del genere per molte famiglie è insostenibile. E allora che fare? Attenzione, perché in questo caso, risparmiare è quasi impossibile. In tanti hanno pensato di dirottare l'acquisto su prodotti "made in China", ma nel caso specifico è vietato. Le gomme cinesi sono fuorilegge, costano poco e durano meno. E quindi chi le avesse montate rischia una multa. E allora? Il suggerimento è viaggiare in Internet alla ricerca della migliore offerta, facendo attenzione alle trappole. Con tanti auguri di buona fortuna.
Chissà che sketch avrebbe inventato Jole Dix. Sicuramente sarebbe stato particolarmente inc… Non resta altro che adeguarsi. Del resto agli automobilisti è richiesta tanta pazienza. Capita di viaggiare su strade dove i limiti di velocità cambiano ogni venti metri: da 70 a 50, da 90 a 30. Capita di viaggiare in autostrada e trovarsi sui pannelli scritte in inglese. Capita di passare davanti ad autovelox che ti costringono ad inchiodare perché non sono stati segnalati.
Adesso bisogna precipitarsi tutti a comprare le gomme da neve Allegri comunque, che magari poi non nevica neanche.
Massimo Romanò

Massimo Romanò

© riproduzione riservata

Tags