Auto si ribalta sulla statale del Maloja. Muore a 19 anni, feriti i due amici che viaggiavano con lui
L’intervento dei soccorritori pochi istanti dopo l’incidente (Foto by Foto Lisignoli)

Auto si ribalta sulla statale del Maloja. Muore a 19 anni, feriti i due amici che viaggiavano con lui

Nel violento impatto la peggio è toccata a un ragazzo di Villa di Chiavenna

Lo scontro tra due vetture a Chiavenna, all’uscita dalla curva fra l’abitato di Campedello e San Carlo

Un’auto si è ribaltata e un giovane è stato sbalzato sull’asfalto. Per Ricardo Romeo, diciannove anni, di Villa di Chiavenna, non c’è stato purtroppo niente da fare.
Il tragico incidente si è verificato ieri sera verso le 19,40 a Chiavenna, sulla statale 37 del Maloja, all’altezza della frazione di San Carlo.
Una Fiat 500 Abarth, poco dopo la curva fra l’abitato di Campedello e San Carlo, ha urtato una Bmw X3 mentre viaggiava in direzione della città della Mera. Dopo l’impatto, l’utilitaria si è ribaltata e ha terminato la propria corsa qualche decina di metri più avanti, nei pressi del cartello che segnala l’inizio di Chiavenna.
I soccorsi sono partiti immediatamente. Sono stati contattati da una donna residente in Svizzera che si era fermata per telefonare nel parcheggio situato lungo la statale e si è vista passare a pochi metri l’utilitaria.
Nel giro di pochi minuti i sanitari di Areu sono giunti sul posto con due elicotteri da Brescia e Caiolo, e con due autoambulanze. Purtroppo, nonostante i tentativi di salvare il più grave dei feriti, il giovane Romeo ha perso la vita. I medici e gli infermieri si sono occupati anche della ragazza - B.P. di 17 anni - e del ragazzo di 18 anni che viaggiavano con lui. Questi due pazienti sono stati sempre coscienti e sono stati trasportati agli ospedali di Sondrio e Brescia. Fortunatamente le loro condizioni non sono apparse particolarmente preoccupanti. Dei rilievi si è occupata la polizia stradale di Mese.
Gli agenti hanno lavorato per ore per definire la dinamica del sinistro, cominciando dalla traiettoria delle due vetture coinvolte nel sinistro e dal punto di collisione.
Sembra - sulla base delle prime informazioni emerse - che alla guida della macchina ci fosse proprio la vittima. Considerata la situazione che si è presentata di fronte agli automobilisti che hanno assistito all’incidente, sono stati contattati anche i vigili del fuoco del distaccamento di Mese.
Per la gestione del traffico, hanno garantito il proprio supporto anche alcuni militari della compagnia di Chiavenna dei carabinieri.
La notizia dell’incidente si è diffusa in poche decine di minuti e ha sconvolto tutta la comunità della Valchiavenna, a cominciare da quella di Villa di Chiavenna.
Moltissimi giovani hanno pianto, sconvolti dalla tragedia, per la scomparsa di Riccardo Romeo. I residenti delle frazioni di San Carlo e Campedello, nella serata di ieri, hanno evidenziato la frequenza elevata degli incidenti che si registrano in quel punto della statale della Val Bregaglia italiana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA