Albese, premiata la lotta al Covid  “Campanen Stort” a tutto il paese
La dottoressa Sara Cazzaniga con il riconoscimento insieme al sindaco Carlo Ballabio e altri amminstratrori e premiati (Foto by Stefano Bartesaghi)

Albese, premiata la lotta al Covid

“Campanen Stort” a tutto il paese

La benemerenza civica al personale sanitario ritirata dalla dottoressa albesina Sara Cazzaniga che lavora all’ospedale di Bergamo.La targa resterà in municipio

Serata di grandi emozioni quella di sabato 4 luglio nel parco del Municipio in occasione della cerimonia di assegnazione della benemerenza civica del “Campanen Stort”, degli attestati e delle borse di studio. A ricevere simbolicamente il “Campanen Stort” è stata Sara Cazzaniga giovane medico di Albese con Cassano che lavora nel reparto Covid dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. «Abbiamo invitato tre giovani medici donne di Albese impegnate nei reparti Covid: Sara Cazzaniga a Bergamo, Sara Frigerio a Pavia e Marta Galli ad Udine. La Cazzaniga era disponibile mentre le altre due erano in servizio – spiega il sindaco di Albese con Cassano Carlo Ballabio - È stata una cerimonia simbolica, il premio civico va a tutto il paese e sarà conservato in municipio. Il premio è per tutti gli albesini che si sono impegnati nel combattere il Covid. Abbiamo premiato poi con una pergamena Romina Camerin che ha dato un aiuto come volontaria ai malati Covid di Albese e Laura Castelletti, Giusi Loiero e Nadia Gatti che hanno realizzato quasi 500 mascherine per il paese». La motivazione del “Campanen” 2020 è stata la seguente: «A chi con generosità si è impegnato nell’emergenza Covid-19».

Le persone che hanno assistito alla consegna del Campanen Stort 2020

Le persone che hanno assistito alla consegna del Campanen Stort 2020
(Foto by Stefano Bartesaghi)

Premiate le ditte che hanno dato il loro contributo all’ospedale Fatebenefratelli di Erba: Italbaby, Mondelli, Cantaluppi, Dal Pozzolo, Maspedil. Per loro una pergamena. Poi sul palco i Lions di Erba, Alberto Canali e Barbara Ferrari che hanno adattato le maschere da snorkeling per la rianimazione degli ospedali trasformandole in respiratori. Sono poi state assegnate le borse di studio per la scuola secondaria a Michela Mannucci per il 10 con lode all’indirizzo musicale della Puecher, a Sara Roda per il 10 e lode alla San Vincenzo. Per l’università premiati quattro 110 con lode, ad Alessio Meroni alla Cattolica di Milano in attività motoria preventiva e adattata, ad Annarita Colombo dell’Insubria in scienze della comunicazione, a Laura Beretta della Statale di Milano in scienze biotecnologiche veterinarie, ad Alessandra Conte a Milano Bicocca in programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali. Premiato anche un gruppo del Liceo Galilei che ha vinto un premio Lombardia Ricerca con Andrea Butti, Martina Vernizi, Francesco Frigerio, e il Romagnosi che ha vinto un concorso Idea Impresa con Nicolò Molteni e Matteo Gatti.

(Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA