Erba, cede il lavandino   e ferisce un’alunna
foto d’archvio

Erba, cede il lavandino

e ferisce un’alunna

La richiesta della mamma: «Ora toglieteli tutti»

Chiede che il Comune elimini i lavandini da tutte le classi, la mamma della bambina ,alunna della scuola primaria di Arcellasco, che lunedì mattina, come riferito su queste colonne, si è ferita il braccio sinistro con il sanitario finito in pezzi per terra. . Soccorsa dalle maestre, è stata trasportata con un’autoambulanza all’ospedale Fatebenefratelli ed è ricorsa alle cure del Pronto soccorso erbese.

«La ferita era così profonda e vicina all’osso che è dovuto intervenire dapprima il chirurgo, poi il primario di ortopedia con 15 punti di sutura sia interni che esterni, al muscolo e alla cute - ha spiegato la mamma - Adesso mia figlia sta bene, anche se all’inizio le maestre si sono allarmate».

«Sono stata avvisata di quanto accaduto - ha spiegato l’assessore all’Istruzione Erica Rivolta - La cosa principale è che la bambina adesso stia bene. Mi hanno raccontato che è stata molto forte, non si è fatta prendere dal panico.Certo è che episodi come questo non devono più accadere».

Insieme all’ufficio tecnico e al perito bisognerà verificare la dinamica dell’incidente, e che cosa abbia ceduto del lavandino. «Poi prenderemo una decisione, insieme ai tecnici e alla dirigente scolastica: se eliminare o meno i lavandini dalle classi e lasciarli solo nei bagni», continua l’assessore Rivolta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA