Erba, da Mariastella Gelmini  un altro no a Ghislanzoni
Mariastella Gelmini, seconda da sinistra, con alcuni “azzurri” tra i quali il sindaco Tili e il vice Ghislanzoni

Erba, da Mariastella Gelmini

un altro no a Ghislanzoni

Verso le elezioni: latteso faccia a faccia tra il coordinatore regionale di Forza Italia, Tili, Fermi e Maspero «Irrinunciabile l’alleanza con la Lega, serve un candidato condiviso». Redaelli (o un esterno) verso la nomination

Alle prossime elezioni Forza Italia e la Lega correranno insieme, serve quindi un candidato sindaco apprezzato anche dai lumbard.

Parola di Mariastella Gelmini, coordinatore regionale dei forzisti: ieri l’ex ministro ha ricevuto il sindaco Marcella Tili insieme al coordinatore provinciale Alessandro Fermi e al commissario erbese Andrea Maspero.

Una riunione chiesta dalla Tili per perorare ai piani alti la causa di Claudio Ghislanzoni, su cui pesa il veto del Carroccio; i forzisti dovranno cercare altrove il candidato: in corsa resta Matteo Redaelli, l’alternativa è un esterno.

Nessuno dei partecipanti all’appuntamento, andato in scena a Milano, parla a microfoni accesi.

A quanto risulta a “La Provincia”, però, su un punto è stata fatta definitivamente chiarezza: Forza Italia correrà alle prossime amministrative insieme alla Lega, i due simboli saranno l’uno accanto all’altro. È del tutto evidente, quindi, che il candidato sindaco della coalizione - che a Erba verrà espresso da Forza Italia - dovrà essere gradito anche agli alleati.

Il sindaco ha tentato l’ultimo assalto per far passare la candidatura del suo vice Ghislanzoni, a costo di rinunciare all’alleanza con la Lega: impossibile, ha chiarito la Gelmini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA