Erba, Gallorini, Ute e alpini  Sono loro i tre benemeriti
ER

Erba, Gallorini, Ute e alpini

Sono loro i tre benemeriti

Confermate le indiscrezioni. L’8 settembre la consegna dell’Eufemino al parco Majnoni

Confermate le indiscrezioni della vigilia: ieri mattina la giunta comunale ha scelto i tre premiati per l’edizione 2019 degli Eufemini, le benemerenze cittadine. Saranno premiati: il luogotenente dei Carabinieri, Luciano Galllorini, l’Università della Terza Età e il Gruppo Alpini. Una festa a tre, in deroga al regolamento che prevede solo due premi all’anno: il sindaco, Veronica Airoldi, e la sua giunta si sono trovati d’accordo sui nomi e il prossimo 8 settembre, in occasione della festa patronale di Santa Maria Nascente, premieranno i benemeriti, come da tradizione, all’interno del Parco Majnoni, polmone verde nel cuore cittadino.

La giunta ha in primo luogo voluto esprimere tutta la sua gratitudine, già dimostrata nei festeggiamenti della scorsa primavera, per il luogotenente Gallorini, che da pochi mesi è andato in pensione e ha lasciato il comando della stazione dei Carabinieri di Erba, dopo ben 36 anni di servizio. Gallorini, come sottolinea il sindaco Veronica Airoldi, ha fatto molto di più, «con un esempio di professionalità, di grande umanità e di ascolto dei problemi della gente». Riconoscimento anche per la preziosa attività dell’Università della Terza Età, guidata dalla presidente Maria Guarisco Pellegrini. Da anni il gruppo porta avanti un’intensa attività di formazione e approfondimento in Sala Isacchi: il ruolo dell’Ute non è solo culturale, ma anche aggregativo e sociale. Spesso l’università organizza anche gite e visite guidate. Infine il premio al grande cuore degli Alpini, guidati dal capogruppo Luigi Villa, che da 28 anni organizzano la festa ferragostana in Pizza Mercato, diventando punto di riferimento in un mese in cui non ci sono altre feste in centro città.


© RIPRODUZIONE RISERVATA