Maxi cantiere, lavori con il giallo  Spuntano i cartelloni “fai da te”
Uno dei cartelloni con la firma “volontari volenterosi”

Maxi cantiere, lavori con il giallo

Spuntano i cartelloni “fai da te”

Erba: un gruppo che si firma “volontari volenterosi” ha posizionato la segnaletica provvisoria. Sorpresa in Comune: «Non erano necessari»

Il cantiere di via Volta si tinge di giallo. I lavori in corso nel cuore della città regalano una storia che ha dell’incredibile: nella notte tra mercoledì e giovedì in corso 25 Aprile, via Joriati e via Mazzini sono spuntati cartelli provvisori per spiegare agli automobilisti come evitare il blocco del cantiere. Ore più tardi si è scoperto che quei segnali non li ha posati né il Comune né l’azienda, ma un gruppo misterioso che si firma “volontari volenterosi”.

Lo stesso sindaco Veronica Airoldi non ha idea di chi possa averli posati: «A dirla tutta non mi sembra una comunicazione necessaria, nessuno si era perso cercando di raggiungere piazza del Mercato prima della posa dei cartelli. Mettiamola così: da sindaco apprezzo lo spirito collaborativo».

I commercianti di via Volta dicono che quei cartelli non li hanno certo messi loro, anche se plaudono all’iniziativa. Così in città è partito il tam-tam: chi sono i misteriosi volontari volenterosi? Di certo è qualcuno che ha fatto stampare a una tipografia le indicazioni su un cartone plastificato, poi ha girato il centro città nel cuore della notte per posizionare cinque cartelli nei punti strategici. Il caso non è passato inosservato dalle parti della minoranza. «Da cittadino - dice Claudio Ghislanzoni, capogruppo di Fratelli d’Italia - ringrazio chi ha pensato di aiutare gli automobilisti: questa mossa si può leggere come un supporto alla viabilità, ma anche come una protesta velata contro l’amministrazione. Forse avrebbero dovuto pensarci loro, senza affidarsi a misteriosi supereroi notturni».

L’articolo completo su La Provincia di sabato 14 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA