Sabato 12 Dicembre 2009

Novedrate: il primato del comune
13 anni senza aumenti di tasse

NOVEDRATE Tredici anni senza aumentare le tasse e le imposte a carico dei cittadini, almeno quelle essenziali. È questo l’invidiabile risultato della maggioranza del sindaco Maurizio Barni che, nel presentare il bilancio 2010 – ancora da approvare in aula – ha specificato le linee di indirizzo che caratterizzeranno i prossimi 12 mesi. Al di là della programmazione, il vicesindaco e assessore al bilancio Serafino Grassi ha comunque rimarcato con soddisfazione il fatto che «dal 1997 riusciamo a mantenere invariata la pressione fiscale, promuovendo notevoli investimenti in ogni settore e garantendo un alto livello di servizi ai cittadini e alle imprese. Anche per l’anno prossimo, nonostante le difficoltà economiche che investono in modo particolare i Comuni, riusciremo a confermare questa regola».
Nella sostanza significa che anche per quest’anno ai novedratesi non verrà applicata l’addizionale comunale, l’aliquota Ici rimarrà invariata al 5 per mille, nessun aumento verrà applicato alla tassa sui rifiuti, alla tosap, all’imposta sulla pubblicità e sul diritto alle pubbliche affissioni così come non subiranno incrementi le tariffe applicate «ai servizi in generale – prosegue Grassi -: le eccezioni riguarderanno la diminuzione delle tariffe per l’utilizzo delle strutture comunali, la rimodulazione delle tariffe per le concessioni cimiteriali relative ai loculi di nuova costruzione, l’istituzione delle tariffe per i corsi di teatro e un aggiornamento al costo di costruzione. Di contro i servizi di nettezza urbana, acquedotto, fognatura e depurazione avranno una copertura pari a quasi il 100%»

f.angelini

© riproduzione riservata