Lunedì 25 Gennaio 2010

Tre posti per il Pirellone
Ultime poltrone per le candidature

COMO La corsa per le candidature alle elezioni regionali è ormai al rush finale. Tre i posti che saranno ricoperti dai comaschi, esattamente come adesso. Uno in quota Pdl (con il duello senza esclusione di colpi che sta già mettendo uno contro l’altro l’uscente Gianluca Rinaldin e Giorgio Pozzi), uno alla Lega Nord e uno al Pd. Saranno due mesi intensi di campagna elettorale visto che le schede nelle urne andranno messe il 28 e 29 marzo prossimi. E dall’esito delle elezioni, potrebbero esserci ripercussioni anche sul locale, intesi come Palazzo Cernezzi e Villa Saporiti.
Il duello nel Pdl - Le spade sono già sguainate e a contendersi l’unico scranno disponibile (praticamente impossibile il secondo per il complicatissimo meccanismo dei resti, visto anche che queste saranno le prime elezioni dalla costituzione della nuova provincia di Monza Brianza) saranno Gianluca Rinaldin (uscente) e Giorgio Pozzi (vice coordinatore provincia del Pdl, già assessore regionale). La sfida tra i due vide, nel 2005, vincere a sorpresa Rinaldin su Pozzi per una manciata di voti (10.305 Rinaldin contro i 10.109 di Pozzi). E adesso si ripropone. Ma i candidati del Pdl saranno quattro. Gli altri due? Quasi certamente il canturino Umberto Cappelletti (da intendersi anche in funzione anti-Lega che schiererà il concittadino Edgardo Arosio) e poi una donna di Como città, che sarà scelta tra Veronica Airoldi (corse anche nel 2005, per l’ex An prima di passare nell’ex FI e prese 2.943 voti) e il vicesindaco Ezia Molinari.
Il carroccio - Alla segreteria provinciale della Lega Nord di via Garibaldi sono arrivate 12 candidature, tra cui verranno scelti i 4 nomi che correranno e ufficializzati dalla segreteria nazionale (per i lumbard significa regionale) probabilmente entro questa settimana. Due le certezze: l’uscente Edgardo Arosio (era subentrato al dimissionario Ettore Albertoni), canturino, che nel 2005 candidato come secondo aveva ottenuto 3.624 preferenze, e l’assessore provinciale e sindaco di Trezzone Dario Bianchi che punta a fare il pieno di voti sul lago. Per gli altri due nominativi uno sarà probabilmente dell’Erbese (era dato in pole position Eugenio Zoffili, ma la sua candidatura non è stata presentata ed è arrivato il nome di Michele Beretta in passato più volte al centro di polemiche nel partito, ma c’è anche Giulia Caminada). L’altro sarà di Como città e sarà scelto tra l’assessore Maurizio Faverio, Flavia Farina e il segretario cittadino Walter Brisotto. Il presidente della Provincia Leonardo Carioni, come ha annunciato lui stesso, nell’ultima giunta, non andrà al Pirellone.
Il Pd punta su Gaffuri - L’investitura per il bis Luca Gaffuri, consigliere uscente e capogruppo a Palazzo Cernezzi l’ha ricevuta direttamente dalla direzione provinciale che si è espressa all’unanimità sulla sua ricandidatura. Nel 2005 Gaffuri era stato eletto per la prima volta al Pirellone con 9.036 voti. Gli altri tre nomi saranno l’esito dei dieci incontri con i portavoce e il coordinamento dei circoli in programma fino a venerdì. Il Pd potrebbe puntare su un giovane, e rimettere in lista Rosangela Arrighi (nel 2005 aveva preso oltre 7mila preferenze).
Gisella Roncoroni

a.cavalcanti

© riproduzione riservata