Sabato 27 Febbraio 2010

"Commercialista abusivo":
la Procura sigilla lo studio

LUISAGO - Bocche cucite in Procura; titolare dell'indagine il il pubblico ministero Daniela Meliota. L'unica conferma sono i sigilli apposti dai carabinieri allo studio di via IV novembre per esercizio abusivo della professione di commercialista, in quanto Fabio Cerutti, titolo di dottore anche sulla rubrica telefonica, non sarebbe però abilitato ai sensi dell'articolo 2229 Codice civile. L'indagine tende ad allargarsi sul piano fiscale e per questo potrebbe già essere stata delegata la Guardia di Finanza, in particolare il Nucleo di Polizia tributaria, che lunedì comincerà ad esaminare i documenti acquisiti. L'ipotesi da verificare: la corrispondenza di tutte le partite Iva trovate all'interno dello studio di Cerutti con soggetti realmente esistenti e che tutte le operazioni poste in essere da un professionista non abilitato siano corrette. Secondo quanto s'è appreso, Cerutti aveva già patteggiato qualche anno fa per false fatture e avrebbe risarcito un cliente perché per ragioni inerenti alla funzione, avrebbe incassato i soldi delle imposte, ma non li avrebbe versati all'Agenzia delle Entrate. L'avrebbe assistito l'avvocato Rallo. Questo episodio sarebbe isolato e circoscritto.
Clamore in paese, dove Cerutti è molto conosciuto, non solo perché lo studio professionale è quotato, ma anche perché non nascondeva il tenore di vita, rappresentato soprattutto da automobili fuoriserie.

m.schiani

© riproduzione riservata