Martedì 16 Marzo 2010

Mariano, mamma abortisce
e nasconde il feto nei campi

Ha abortito di nascosto, e ha poi sotterrato il feto nei boschi di via Sant'Agostino, a Mariano. Pensava di non farlo sapere a nessuno, ma un malore improvviso l'ha costretta a confessarlo alla Polizia.
Protagonista una ucraina di 28 anni, immigrata clandestina e badante (in nero) a Mariano. La sua storia è stata scoperta martedì mattina quando la donna, nel frattempo trasferita in casa di conoscenti a Milano, ha dovuto chiamare il 118 per un'emorragia. Al pronto soccorso i medici hanno capito quello che era accaduto: la donna aveva abortito. Alla fine, è stata lei stessa ad accompagnare i poliziotti nei boschi di via Sant'Ambrogio, nella zona della cascina Cottina, dove alcuni giorni fa aveva sotterrato il feto.
L'episodio è stato segnalato alla Procura di Como, competente per territorio, che dovrà decidere se procedere nei confronti della giovane immigrata. Bisognerà capire, soprattutto, se si sia trattato di un aborto spontaneo, volontario oppure sotto costrizione. E dai primi accertamenti, sembra più probabile la seconda ipotesi.

r.foglia

© riproduzione riservata