Mercoledì 17 Marzo 2010

Rubati motori fuoribordo
Colpo per 140 mila euro

DONGO Hanno rubato ben 16 motori di barche e motoscafi. Quello avvenuto una delle notti scorse al Rent a boat Newton del Bersaglio, se si tiene conto anche dei danni alle imbarcazioni e della jeep Cherokee che ha fatto la fine dei motori, è un colpo da 140mila euro.  Un colpo studiato e messo in atto da professionisti: i motori, montati su imbarcazioni, erano legati l'uno all'altro con una pesante catena in acciaio e, per maggior sicurezza, ognuno di loro era stato a sua volta chiuso con un grosso lucchetto.  Le videocamere di sorveglianza sono state coperte e, dopo aver praticato un taglio di circa tre metri nella recinzione, gli autori del furto hanno tranciato in più punti la catena che legava i motori, smontandoli dalle barche e caricandoli in parte anche sulla jeep del titolare, Fabio Daina, 43 anni. Si tratta di motori fuoribordo, quasi tutti di marca Yamaha, con una potenza compresa fra i 40 e i 150 cavalli: tredici erano intestati al titolare della struttura di noleggio e tre a suoi clienti . «Avevamo già subito dei furti in passato, ma mai di questa portata - dice, desolato, lo stesso Daina - . Il nostro è il principale noleggio di motoscafi del Lago di Como e uno dei più importanti d'Italia per numero di barche (ventuno) e per qualità del servizio. Diamo lavoro a più di quindici persone e portiamo ben 6.500 turisti a stagione a Dongo. Quest'anno festeggeremo la decima stagione di presenza e fra gli ostacoli incontrati negli anni, inutile nasconderlo, c'è proprio la piaga dei furti. A nulla è valsa la protezione con antifurti, catene e illuminazione; stavolta ci hanno addirittura messi in ginocchio».

f.angelini

© riproduzione riservata