Lunedì 07 Giugno 2010

Cantù, anche un'acca in meno
per il gemellaggio ormai finito

CANTU' D'accordo che i rapporti tra le due città, ultimamente, non sono proprio idilliaci. Con i francesi che si sono dichiarati stanchi di un'amicizia - parrebbe - non troppo corrisposta. Ma da qui a non sapere come si scrive il nome della città storicamente gemella, ce ne vuole. Succede in via California, al parco frequentato anche dai bimbi della primaria di via Casartelli. Dice tutto, il cartello orgoglioso: «Città di Cantù. Giardini Villefrance, città gemellata con Cantù». Peccato che, a cercare in tutto il mondo, Villefrance non esista. Nell'intitolazione, come è evidente a chiunque, manca "una acca". Sfuggita al comune, responsabile di un clamoroso strafalcione. In municipio, di sicuro, pensavano di ricordare con dignità quella ormai lontana stretta di mano con Villefranche sur Saône, nel Rodano. Località diversa, a voler puntualizzare, da Villefranche sur Mer, in Costa Azzurra. Perché, anche a non guardare l'errore della consonante muta, un buon conoscitore della geografia europea potrebbe chiedersi: quale delle due? Con un errore del genere, di certo, non si accontenta né l'una, né l'altra.
Per le segnalazioni della rubrica «Cantù Minima» si può contattare la redazione di via Ettore Brambilla. Telefono: 031.704180. E-mail: redcantu@laprovincia.it. Fax: 031.715727.

r.foglia

© riproduzione riservata