Sabato 17 Luglio 2010

Carioni: attenti, qui di soldi
non ce ne sono proprio più

Carioni non canta più. Altro che serenate nella villa di Arcore, addio imitazione di Celentano per far contento Bossi: il presidente dell'amministrazione provinciale è preoccupato, perché di soldi per le opere pubbliche non ce ne sono e persino i cantieri già aperti sono a rischio stop.
«Mancano venti mesi alla fine del mio mandato - sostiene Carioni - e non voglio essere accusato di averlo detto fuori tempo massimo. Le casse dello Stato sono vuote e il rischio è che si blocchi tutto». Parla di grossi cantieri: «Brebemi e tangenziale esterna di Milano, ma anche della nostra Pedemontana, quella inaugurata pochi mesi fa, col tendone riscaldato e in pompa magna». Anche di quella? «Sì, anche di quella. E poi ci sono le nostre, quelle di esclusiva competenza della provincia di Como, ma che se la Regione non concede i finanziamenti restano ferme al palo. E mi riferisco anche alla galleria di Pusiano, dove siamo già alla gara d'appalto, ma esiste il pericolo di dare tre passi indietro».

e.frigerio

© riproduzione riservata