Lunedì 30 Agosto 2010

Quasi pronta la centrale del 118
Resta il problema della strada

VILLA GUARDIA La nuova centrale operativa del 118 nella piana di Brugo è pressoché terminata, la consegna era prevista da Infrastrutture Lombarde per la metà di settembre e se da una parte  in questi giorni i lavori sono fermi per ferie, il cantiere dovrebbe riaprire già a partire dalla giornata odierna. Per un'opera che procede una che, a quanto pare, non partirà mai: il ponticello sul Seveso che da Montano Lucino porta all'eliporto è molto stretto, ma nessuno intende realizzarne uno nuovo, più comodo visto che sopra vi transiteranno le ambulanze.
Al momento, passando per la strada di campagna adiacente ai due capannoni-hangar collegati dal tunnel posto perpendicolarmente tra i due, si vedono mezzi in azione e le strutture già con gli infissi. La nuova sede della centrale operativa del 118 e dell'elisoccorso è un'opera da sei milioni di euro, dal volume complessivo di 20.380 metri cubi costituita da due grandi capannoni che non passano inosservati: uno ospiterà gli operatori del 118, la centrale operativa e gli alloggi del soccorso alpino. L'altro sarà l'hangar dei velivoli. La nuova centrale è quasi pronta, peccato sia isolata nella campagna, la strada che la collegherà e dalla quale transiteranno i mezzi di soccorso è solo abbozzata.
«I lavori riprenderanno nella giornata del 30 agosto - dice il sindaco Alberto Colzani - ma non prevedono l'allargamento del ponte».

f.angelini

© riproduzione riservata