Mercoledì 01 Settembre 2010

Sagnino, la tragedia di Davide
Muore in moto a soli 16 anni

COMO Tornava a casa dagli allenamenti di calcio, Dido. Un minuto ancora e avrebbe lasciato la borsa della Lario per raggiungere gli amici, che lo aspettavano a Como. Ma in via San Giacomo, poco dopo le 23 di ieri, lo scooter sul quale viaggiava si è scontrato frontalmente con una Citroen C1. Davide Auguadro, 16 anni appena, è morto dopo una notte in cui i medici del Sant'Anna hanno fatto di tutto per salvarlo. I suoi genitori hanno acconsentito all'espianto degli organi e, grazie a questo gesto d'amore, cinque bambini hanno ritrovato la speranza.
Davide, residente in via Papini a Sagnino, giocatore della Lario di Monte Olimpino e studente al liceo Scientifico Paolo Giovio, aveva appena finito gli allenamenti, ieri sera, quando lungo un rettilineo si è scontrato con una Citroen C1 guidato da una 42enne di Ponte Chiasso, sorpresa al volante con un tasso alcolemico elevatissimo. Nessuno ha visto la dinamica dell'incidente. Quando i soccorritori del 118 sono arrivati in via San Giacomo Davide respirava ed era cosciente, ma non parlava. Le sue condizioni sono però peggiorate subito, a causa del terribile trauma toracico riportato nello scontro con l'auto. In mattinata i medici hanno dovuto comunicare ai genitori che, purtroppo, non c'era più nulla da fare. Il papà e la mamma di Davide hanno acconsentito all'espianto degli organi, che andranno soprattutto a dei bambini in lista d'attesa per un trapianto.

p.moretti

© riproduzione riservata