Sabato 25 Settembre 2010

Cantù, un'ora e venti minuti
per arrivare a Como in bus

CANTU' Secondo gli orari di Asf, per andare da Cantù a Como, il C-50 impiegherebbe soltanto mezz'ora. Ma la tabella non può essere quasi mai rispettata per colpa del traffico. Ieri, si è entrati probabilmente nei record: per colpa dei lavori sulla Canturina, ad Albate - frazione di Como - il C-50, affermano gli autisti, ha impiegato anche un'ora e mezza per arrivare nel centro del capoluogo. Un'eternità. Alte le medie di percorrenza, a causa di un senso unico alternato imposto dai lavori su una delle due corsie. «Per i lavori all'altezza di via Acquanera - conferma Mauro Miozzo, autista Asf e referente Slai Cobas - si è bloccato tutto. I miei colleghi mi hanno riferito di ritardi di mezz'ora o più, a partire dalle 8 del mattino». Chi ha pagato il servizio pubblico, e contava di arrivare in tempo a scuola o al lavoro, si è ritrovato a dover passare in autobus il doppio o il triplo del tempo, bloccato nel traffico.
Ma se questo problema è transitorio, più radicati sembrano quelli patiti dagli studenti canturini, che bocciano il servizio pubblico. I bus a volte sono in ritardo. Spesso arrivano a pochi secondi dall'inizio delle lezioni. Sono sempre pieni all'inverosimile, soprattutto all'andata. Poi ci sono gli orari non calibrati: alcune corse si fanno attendere per lunghe decine di minuti. Prima, non sono previste. Tra una coincidenza e l'altra, bisogna aspettare di nuovo. Obbligatorio, l'abbonamento mensile, con il prezzo per gli spostamenti che sale nel corso degli anni e il servizio sembra rimanere sempre identico a se stesso.

m.butti

© riproduzione riservata