Giovedì 30 Settembre 2010

Como: l'appalto milionario,
Dell'Utri e la fiduciaria

COMO «Politicamente sono cresciuto con gli insegnamenti del senatore Dell'Utri». I casi sono due: o Pier Paolo Pizzimbone, consigliere della Aimeri Ambiente e proprietario - col fratello Giovanni Battista - della capogruppo Biancamano, nonché titolare in proprio dell'affermazione qui sopra, non ha saputo dell'accoglienza ricevuta dal suo mentore a Parolario, oppure l'ha saputo e proprio per questo ha accettato la sfida: ripulire la città di Como. Non già dai contestatori, chiaro, quanto piuttosto dalla spazzatura. È infatti la "sua" Aimeri Ambiente srl, 1500 dipendenti, una sede a Rozzano, e un bilancio con 215 milioni di attivi nel 2009, l'unica concorrente di Econord nella gara per la gestione dei rifiuti in città per i prossimi 7 anni (valore: 82 milioni di euro).
L'Aimeri fa parte di un gruppo che è un vero e proprio colosso del settore. La Biancomano Spa, quotata in Borsa, quartier generale a Milanofiori, ha - attraverso le società controllate - 900 mezzi attivi in 214 Comuni in tutta Italia, è stata recente vincitrice - proprio con Aimeri - di appalti importanti (vedi l'Ato denominato Catania 2, valore 10 milioni di euro l'anno), ed è già operativa - in provincia - a Campione d'Italia. La Aimeri nasce a Cuneo e passa, a metà del Duemila, dall'Enel alla galassia Biancamano, la cui quota di maggioranza riporta a una finanziaria lussemburghese, la Biancamano Luxembourg sa, a sua volta di proprietà di quattro società di diritto anglosassone di proprietà dei fratelli Pizzimbone e dei loro soci, Pietro Coco e Massimo Delbecchi, quest'ultimo commercialista di famiglia.
Anche se il nome di Dell'Utri non compare in alcun modo nella galassia Biancamano e Aimeri Ambiente, l'ombra del senatore si staglia nelle cronache e nei gossip legati ai suoi proprietari. Punto di legame è il giovane Pier Paolo Pizzimbone, fascinoso imprenditore (tanto da far innamorare anche la bella Barbara d'Urso e la show girl Stefania Orlando), considerato il pupillo di Marcello Dell'Utri, al quale il consigliere della Aimeri ha regalato la gioia di non meno di trenta Circoli del buon governo in Liguria. Un impegno politico sfociato nella candidatura alla Camera - andata male - dello stesso Pizzimbone nelle file del Pdl siciliano.

p.moretti

© riproduzione riservata