Martedì 05 Ottobre 2010

Ponte S. P.: Isolello
mascotte dell'Isolotto

Un successo per la festa organizzata da Legambiente in collaborazione con ItaliaNostra, FAI Fondo Ambiente Italiano, WWF, il Comitato Civico Altra Ponte e il Gruppo Amici dell'Isolotto alla cascina dell'Isolotto di Ponte San Pietro. Durante il pomeriggio di domenica 3 ottobre si è svolta la premiazione del concorso di disegno: “Diamo un nome all'asinello”, al quale hanno partecipato 25 piccoli artisti dai 3 ai 10 anni, alcuni inviando i disegni nei giorni precedenti, altri scatenando la propria fantasia ieri pomeriggio, con l'asinello in carne ed ossa a fare da modello. Da oggi la mascotte dell'Isolotto ha un nome: Isolello.

A sceglierlo è stato Mirko, di 7 anni, vincitore della gara per il miglior disegno. Menzioni speciali anche a Giada, di 3 anni, per un bellissimo asinello viola con gli occhi azzurri e all'originale lavoro in cotone colorato inviato da una bimba dalla provincia di Brescia. Una cinquantina di entusiasti bambini hanno potuto giocare con gli animali della cascina, montare in groppa all'asinello, osservare la vita della fattoria, in un pomeriggio di sole all'aria aperta, immersi nella natura a due passi dalla città.

Per tutta la durata della festa ha avuto luogo anche il “Riciclattolo”, l'iniziativa di Legambiente di scambio di giocattoli usati, allo scopo di sensibilizzare i bambini al riutilizzo. Un centinaio i giocattoli portati dai bambini e scambiati sul luogo con oggetti di pari valore. Il Riciclattolo itinerante proseguirà il 17 ottobre a Ghisalba e il 30 a Bergamo, in Malpensata, presso la sede di Legambiente in occasione dei festeggiamenti per il trentennale dell'associazione.

«La festa di domenica, a conclusione di un percorso da mesi portato avanti dalle quattro associazioni e dai gruppi cittadini, - recita una nota degli organizzatori - è la dimostrazione dell'attenzione posta sul territorio e della sensibilità dei cittadini nei confronti di una zona minacciata da un progetto edilizio che deturperebbe il paesaggio e il delicato equilibrio dell'ecosistema. Ricordiamo che sull'Isolotto del Brembo nascono spontanee orchidee uniche e che l'area è in lizza nella classifica dei “Luoghi del cuore 2010” proposta dal FAI. Il Comitato Civico e il Gruppo Amici dell'Isolotto hanno sottoscritto una lettera indirizzata alle autorità competenti (provinciali e regionali) richiedendo la dichiarazione di notevole interesse pubblico per l'Isolotto, sottoforma di riserva naturale o zona protetta, a tutela dei suoi valori floristici, naturalistici, geologici e storici, a conferma della destinazione urbanistica di verde pubblico prevista dal PRG vigente, per scongiurare mire speculative di espansione edilizia. Allo stesso scopo Legambiente si è impegnata da marzo in 5 domeniche di pulizia dell'area, rimuovendo quintali di spazzatura abbandonata per ridonare all'Isolotto un volto nuovo e dimostrare quanto possa essere un'area verde piacevolmente godibile».

e.roncalli

© riproduzione riservata