Venerdì 03 Dicembre 2010

Muratore appeso a 15 metri
Paura in cantiere a Tavernerio

TAVERNERIO - Uno spavento veramente grande ma, alla fine, non avrebbe riportato conseguenze fisiche un muratore di 60 anni che è rimasto appeso in cima a una gru a un'altezza di una quindicina di metri.
Da teatro alla vicenda ha fatto il cantiere edile in via Raffaello, nella frazione Solzago di Tavernerio, dove ieri alle 7,30 è iniziata la giornata di un gruppo di muratori.
I lavoratori erano alle prese con la gru quando, per cause del tutto accidentali, l'uomo che era regolarmente imbragato avrebbe azionato la fune che lo ha portato in alto, in cima alla gru stessa.
Secondo la ricostruzione fornita dai soccorritori, l'operaio si trovava a un'altezza di almeno tre metri dal cestello e a una quindicina da terra: era comunque imbragato e si è trattato solo di uno spavento, anche se ovviamente molto forte.
In via Raffaello sono intervenuti un mezzo della Croce rossa di Lipomo e i vigili del fuoco del comando provinciale di Como: i pompieri hanno lavorato con la scala per raggiungere il muratore e metterlo in sicurezza. Si è trattato di un'operazione delicata ma comunque svolta nell'arco di pochi minuti.  Il muratore è stato trasportato all'ospedale Sant'Anna per accertamenti.

g.devita

© riproduzione riservata