Sabato 11 Dicembre 2010

Casazza, concerto al museo
E una ricerca di foto del passato

Sabato 11 dicembre alle 21 al Museo di Casazza, con il concerto del DUO BLOSSOM (Simona Zambetti, voce e Giancarlo Cabrini, chitarra) prenderà via il progetto: IMMAGINE VALLE CAVALLINA, un articolato percorso di ricerca intrapreso dal Museo di Valle. Nel corso della serata, il direttore Mario Suardi presenterà le finalità del progetto in atto, dal titolo “DOCUMENTA” che intende documentare luoghi, contesti, eventi e manifestazioni storiche della val cavallina.

Diego Ghitti che si è applicato alla ricerca di tutto il materiale (foto, cartoline, disegni, stampo) nei fondi delle biblioteche e presso gli archivi lombardi, ne sottolineerà la forte valenza conoscitiva e didattica e i risultati raggiunti. La finalità di questo lavoro, avviato da anni, è in fase d'intensificazione attraverso la ricerca di una collaborazione con le Istituzioni, i gruppi, le associazioni, i singoli abitanti o frequentanti la Valle Cavallina per giungere alla realizzazione di un Archivio che ospiti il materiale raccolto, per un'adeguata inventariazione e conservazione.

Sarà possibile la consultazione diretta e per via informatica di quanto disponibile. Si auspica una fattiva collaborazione con le Istituzioni scolastiche, con le Biblioteche, con gli studenti di ogni ordine e grado della Valle e soprattutto con i singoli cittadini che, come già alcuni hanno fatto, consentano la consultazione di archivi privati permettendo di trovare inedite immagini fotografiche, disegni, cartoline.

La ricerca, quindi, prosegue e ognuno può contribuire con donazioni al Museo o consentendo la riproduzione degli originali. DOCUMENTA fa seguito a IN PRINTING. Mostra allestita presso il Museo e visitabile fino a marzo, relativa a materiali e stampa sulla valle Cavallina prima dell'avvento del computer. In mostra volantini, ciclostilati, testi scritti a mano e a macchina, piccole pubblicazioni e materiali d'uso come penna e calamaio, macchine da scrivere, ciclostili.

e.roncalli

© riproduzione riservata