Mercoledì 15 Dicembre 2010

Novedratese: al via da primavera
due anni di cantieri e lavori in corso

NOVEDRATE  L'avvio dei lavori di riqualificazione della provinciale Novedratese è sempre più vicino. «Apriremo il cantiere in primavera - assicura l'assessore provinciale ai lavori pubblici Pietro Cinquesanti -: l'obiettivo è quello di mettere in sicurezza gli incroci tra la via Vecchia Canturina, a Novedrate, e via Meda, a Figino Serenza, con la Novedratese entro l'autunno del 2012». Cinquesanti fa il punto della situazione sul cantiere che dovrà essere avviato su una delle strade più trafficate della provincia lariana: la Sp 32, infatti, sopporta quotidianamente il passaggio di oltre 33 mila mezzi, di cui molti pesanti, essendo l'unico collegamento est-ovest esistente tra la provincia di Varese e quella di Lecco. «Abbiamo individuato la ditta che eseguirà le opere - spiega Cinquesanti - e il  passo successivo sarà la firma del contratto: a prescindere dalle tempistiche burocratiche, però, apriremo il cantiere quando le condizioni meteo saranno più favorevoli. Dovremo intervenire su una strada trafficatissima e quindi è normale che avremo dei disagi ai quali non ci sembra il caso di aggiungere quelli che potrebbero derivare da condizioni meteo avverse».
La ditta che si è aggiudicata l'appalto è la Foti di Bulgarograsso: ha proposto un ribasso del 45,55% sull'importo dei lavori a base di gara di un milione e 803 mila euro. I tempi di realizzazione sono previsti in 549 giorni e il direttore dei lavori sarà l'ingegnere Enrico Balzanello.
«Abbiamo concluso l'acquisto delle aree necessarie - spiega Cinquesanti - e abbiamo svolto la conferenza dei servizi per mappare e controllare l'ubicazione dei sottoservizi primari. Sotto questo aspetto, quindi, non dovremmo incontrare sorprese, fatto salvo che qualche gestore non ci abbia indicato la presenza di una rete o un servizio o l'abbia tracciata sulle carte in maniera errata».
A gennaio è prevista la firma del contratto con l'azienda: «Sono ottimista - conclude l'assessore provinciale - d'altra parte se ce l'abbiamo fatta a realizzare il Ponte del Lottolo senza interrompere il passaggio dei mezzi, faremo bene anche a Novedrate e a Figino». Il progetto prevede di potenziare a quattro corsie il tratto della provinciale compreso tra la rotatoria di via Vecchia Canturina a Novedrate e quella del Borriero a Figino Serenza, due per ogni senso di marcia divise da uno spartitraffico che inibirà le svolte a sinistra, mentre i due rondò funzioneranno all'europea, ovvero chi si immetterà avrà la precedenza sugli altri. Il progetto prevede anche il proseguimento della corsia lenta per i mezzi pesanti in arrivo da Carimate fino alla via Vecchia Canturina e a Novedrate la realizzazione di una ciclo-pedonale che servirà da filtro ambientale tra le attività produttive e residenziali e la sede viaria; infine le utenze saranno servite da una strada laterale lunga 45 metri che favorirà le manovre di immissione sulla Sp 32. Per raggiungere l'obiettivo, i tecnici di Villa Saporiti hanno progettato la realizzazione di alcuni terrapieni e muri di sostegno per affrontare l'ampliamento delle carreggiate e i dislivelli, ma l'impresa dovrà anche costruire un tratto di fognatura, fossi laterali e manufatti di scarico, impianto di pubblica illuminazione. Dei 2 milioni e 350 mila euro stimati (nella cifra è inclusa anche l'acquisizione delle aree), secondo un accordo di programma Villa Saporiti parteciperà per un milione e 650 mila euro, mentre 550 mila saranno garantiti dal comune di Novedrate e 150 mila dal municipio di Figino Serenza.

l.barocco

© riproduzione riservata