Venerdì 04 Febbraio 2011

Cantù, Carnevale con ticket
Cinque euro per l'ingresso

CANTU' Per riuscire ad andare avanti il Carnevale deve tornare indietro: deve tornare all'ingresso a pagamento. Cinque euro il biglietto, e non i tre inizialmente ipotizzati, gratis per i ragazzi sotto i 14 anni. E ora la paura dei carristi è di percorrere l'anello corso Unità d'Italia via Carcano con scarsa platea, soprattutto per le prime due uscite – fissate per il 27 febbraio e il 6 marzo - visto che il maggior richiamo è garantito dall'ultima, sabato 12 marzo, con la proclamazione dei vincitori e un programma più ricco di ospiti in corteo. Scelta presa a malincuore, dettata dalla stringente necessità di far quadrare i conti, a causa della sforbiciata che la Finanziaria: per questo, il Comune invece dei 23.000 stanziati l'anno scorso, ne ha erogati 4.600. «L'associazione ha effettuato una lunga riflessione su come reperire i fondi necessari per la realizzazione dei carri e l'organizzazione delle manifestazioni – ha spiegato il presidente dell'associazione Carnevale canturino Maurizio Guglielmetti in una nota - e ha deciso di reintrodurre l'ingresso a pagamento. Dopo attente valutazioni e confronti con altri carnevali italiani, si è stabilito di fissare il costo del biglietto d'ingresso in 5 euro la stessa cifra dell'ultima sfilata a pagamento nel 2003, gratuito per i ragazzi fino a 14 anni». E per rimarcare che Cantù non è certo il primo dei carnevali che istituisce il pagamento si snocciolano nomi e cifre: dai 15 euro di Viareggio – il primo e più noto d'Italia, c'è da dire  – e di Fano ai 9 di Busseto. Dagli 8 di Crema ai 6 ai Oleggio ai 10 franchi di Chiasso, praticamente 8 euro.

m.butti

© riproduzione riservata