Venerdì 18 Febbraio 2011

Cantù, popolazione anziana
La Cri deve fare gli straordinari

CANTU' Una popolazione sempre più anziana. Sempre più costretta, per salvaguardare la propria salute, a chiamare l'ambulanza per i servizi privati, a domicilio. La conseguenza: la Croce Rossa deve fare gli straordinari. E' quanto emerge dai dati 2010 sulle attività della sezione locale della Cri di Cantù, dove le uscite con i mezzi per i servizi privati, nell'ultimo anno, hanno infatto superato le automediche intervenute per le emergenze sul territorio: 1632 contro 1425. Restano maggioritari, i cosiddetti «servizi di emergenza ed urgenza» con l'ambulanza. Con 1875 interventi in 365 giorni. Una media di circa 5 uscite giornaliere, giorno e notte. Numero che, come osserva il dottor Giovanni Frigerio, commissario della sezione Cri di Cantù è in costante crescita:  «I servizi privati sono decisamente cresciuti – afferma – ed è il sintomo c'è sempre più bisogno di noi, anche perché l'età media dei cittadini si alza anno dopo anno. A volte, fatichiamo a far fronte a questi servizi solo con le nostre forze. Si lavora in rete. E visto come è cresciuto il lavoro, non poteva essere altrimenti».

m.butti

© riproduzione riservata