Mercoledì 04 Maggio 2011

Casnigo, fedeli in pellegrinaggio
per la veste di Giovanni Paolo II

Un afflusso composto e silenzioso, valutabile in almeno 2mila persone, ha celebrato a Casnigo il Beato Giovanni Paolo II, del quale la comunità della Val Gandino conserva nel Santuario della Madonna d'Erbia l'ultima veste talare, donata all'indomani della sua morte ai coniugi Mario Franchina (morto nel 2010) ed Emma Torri.

«L'afflusso al Santuario – conferma Natale Bonandrini, attivo fra i volontari della parrocchia – è stato costante per tutta la giornata, sia al Santuario della Ss.Trinità (dove era allestito in chiesa un grande schermo collegato con Roma), sia al Santuario dove la Veste ha fatto ritorno dopo essere stata esposta per tutta la settimana nella chiesa parrocchiale in paese».

In settimana l'abito pontificio è stato visitato dai bambini della scuola materna e portato per qualche ora anche alla casa di riposo. Il servizio navetta ha visto circolare per l'intera giornata quattro pulmini e lungo la salita verso la Ss.Trinità è stato installato anche un semaforo che ha regolato il traffico a senso unico alternato nel tratto più stretto della strada, lungo un centinaio di metri.

In paese buon afflusso di appassionati alla mostra allestita dal gruppo filatelico Val Gandino. Per l'occasione le Poste italiane hanno realizzato un annullo filatelico straordinario (cioè un francobollo figurato che riproduce con scritte e immagini il tema della manifestazione), abbinato a un'emissione in tiratura limitata e numerata di cartoline celebrative.

Due schermi sono stati montati all'esterno del Santuario della Madonna d'Erbia, dove si è tenuta la celebrazione conclusiva del pomeriggio, concelebrata dall'arciprete don Giuseppe Berardelli e dal vicario don Fulvio Agazzi. Alla funzione, accompagnata dalla corale Madonna d'Erbia e preceduta dai brani del Corpo musicale Angelo Guerini è intervenuto in forma ufficiale il sindaco Giuseppe Imberti, affiancato dal consigliere provinciale Matteo Oriani, dal presidente di Promoserio Guido Fratta e da Pietro Macconi, già consigliere regionale. Nutrita anche la delegazione delle Suore Orsoline di Gandino. Durante l'omelia Don Berardelli ha dato lettura dell'atto di Beatificazione e ricordato l'importanza del dono della Veste ricevuto dalla comunità di Casnigo.

Le celebrazioni si sono chiuse alla sera, quando le sette parrocchie del Vicariato Val Gandino sono confluite a Casnigo per il pellegrinaggio conclusivo che ha unito la Ss.Trinità alla Madonna d'Erbia, dove la veste resta ora visitabile. On line anche il sito internet www.talare.it.

Giambattista Gherardi

m.marzulli

© riproduzione riservata