Mercoledì 11 Maggio 2011

Menaggio, il maggiore Pasini
scarcerato e reintegrato

MENAGGIO - E' stato scarcerato e reintegrato in servizio a Trento il maggiore Jacopo Pasini, ex comandante della compagnia di Menaggio della guardia di finanza, arrestato lo scorso 17 gennaio con l'accusa di concussione per episodi relativi al periodo in cui rivestiva l'incarico di comandante del Nucleo ti polizia tributaria a Lodi.
Pasini, che dopo due mesi era stato messo ai domiciliari, ora è stato scarcerato e reintegrato al comando di Trento. Il maggiore era accusato di concussione ma il gip ha disposto la sua scarcerazione dopo diversi interrogatori avvenuti nei mesi scorsi e soprattutto dopo un confronto durato quattro ore con il suo principale accusatore, il maresciallo della finanza Giuseppe Arena (che nei giorni scorsi ha chiesto un patteggiamento a 5 anni per concussione).
"Si tratta di una primo grande successo - ha dichiarato il legale, Enrico Allegro di Milano - ma la vicenda ora entra in una fase particolarmente delicata e daremo il via a indagini difensive a tutto campo con l'unico obiettivo di far emergere la verità". Il maggiore Pasini resta ancora accusato di concorso morale in concussione. Il suo collegio difensivo si avvale anche dello studio Coppi di Roma attraverso l'avvocato Stefano Borgogno, che in passato aveva difeso l'allora governatore della Banca d'Italia, Antonio Fazio.
Nei suoi anni a Menaggio, Jacopo Pasini si era distinto per l'impegno soprattutto nella lotta allo spaccio di droga con numerosi arresti da parte dei suoi uomini e per un'operazione, quella della cosiddetta «maga», la donna che dava i numeri al lotto ed era accusata di aver sottratto centinaia di milioni di lire a un pensionato di Dongo.
Nato e cresciuto nella sua amata Bergamo, la notizia dell'arresto di Pasini aveva sorpreso molto colleghi e addetti ai lavori in provincia di Como.
Guglielmo De Vita

g.devita

© riproduzione riservata