Mercoledì 01 Giugno 2011

Passione sulle strade dei cantieri
Ma forse ora arriva una tregua

FINO MORNASCO - Primavera di passione per il traffico, ma ora arriva la tregua almeno fino all'estate. Nell'area compresa fra le strade provinciali 27 e 28 e via Guanzasca, nei comuni di Fino Mornasco, Luisago e Cassina Rizzardi, sono stati mesi di particolari difficoltà per la circolazione, a causa dei numerosi interventi sulle strade.
Ora, però, sembra che il grosso sia fatto e per qualche mese dovrebbero essere scongiurate altre chiusure complete. Se gli amministratori esprimono soddisfazione per i lavori che proseguono e, ci si augura, porteranno benefici in una zona particolarmente intasata, gli utenti lo sono un po' meno, dovendo sommare rallentamenti straordinari a quelli quotidiani.
I lavori di realizzazione della terza corsia dell'autostrada Lainate-Como-Chiasso hanno fin qui fatto la parte del leone, coinvolgendo poi anche le vie limitrofe. Sulla provinciale 27, che collega Cassina a Fino, nel tratto di via Roma, da gennaio a oggi sono state quattro le chiusure, fra totali e parziali. L'ultima è stata solo lunedì, che si è poi trasformata ieri mattina in un senso unico alternato per consentire il completamento dell'asfaltatura. Pare, infatti, che le richieste dei sindaci di prolungare qualche ora lo stop al traffico abbiano ricevuto il no deciso dell'amministrazione provinciale. Appena dopo pranzo, comunque, la circolazione è tornata alla normalità. Grazie a uno sviluppo più rapido del previsto, intanto, è stato scongiurata un'altra chiusura, già messa in preventivo fra quindici giorni.
«È tutto finito – ha commentato il sindaco di Cassina, Paolo De Cecchi –. C'è voluta qualche ora in più perché il lavoro è stato completato. La settimana prossima dovremmo già mettere a dimora la scultura di granito. I lavori sono andati meglio del previsto tanto che non sarà più necessaria nessuna chiusura».
A Luisago, invece, hanno tenuto banco i lavori di collegamento del nuovo ponte sopra la A9, che hanno richiesto una chiusura notturna anche la settimana scorsa: «Ora non ce ne dovrebbero più essere almeno fino a ottobre o giù di li – spiega il primo cittadino Adelio Frigerio –, quando serviranno almeno uno o due giorni per collegare definitivamente le rampe». Dopo la chiusura di quattro giorni la settimana scorsa, invece, per la via Guanzasca si prospetta un lungo stop durante l'estate, a causa dell'ampliamento e della messa in sicurezza.

m.schiani

© riproduzione riservata