Domenica 26 Giugno 2011

Ladri in azione a Fecchio
Via anche le chiavi della chiesa

CANTU' Ladri in azione negli appartamenti di Cantù. E portano via un po' di tutto. Ad esempio, le chiavi della chiesa di San Carlo, nella frazione di Fecchio. Scomparse insieme a poca altra cosa, come il mazzo di un'abitazione privata, una borsa e quindici euro in spiccioli, presi dalle auto parcheggiate nel retro. Quello che spaventa di più gli abitanti della zona, dopo le cinque intrusioni nelle case tra Virgilio e via Omero – prima dell'alba di giovedì e venerdì – sono gli incontri ravvicinati con i malviventi, avvenuti in cortile e persino in camera da letto.
Mercoledì, ad allarmarsi è un residente in fondo a via Omero, una traversa cieca di via Virgilio. Alle quattro del mattino, sente il rumore della ringhiera sul balcone, scossa da qualcuno che probabilmente l'ha scavalcata. Un primo sopralluogo. I ladri tornano giovedì. Sempre in via Omero, ma ai numeri 4 e 5. In una delle due case, riescono ad entrare in camera da letto, con la pila accesa. «Lo so perché il proprietario si è svegliato, e in veneto ha chiesto chi fossero. I ladri gli hanno risposto «siamo della polizia» – racconta  un vicino – poi, sono scappati con la borsa. Dentro, c'era un mazzo di chiavi. E un altro mazzo con tutte le chiavi della chiesa di Fecchio». Nella casa, infatti, vive una delle volontarie della parrocchia, che tiene in ordine la chiesa. La stessa notte, i ladri visitano anche la casa di fronte. Entrano in cantina, rovistano tra vari beveraggi, buttano tutto in cortile: acqua, cola, succhi di frutta, energy drink. Solo caos. Non rubano nulla.
Poi, via Virgilio. Due, i ladri entrati nell'ultima abitazione sulla destra, prima del piccolo ponte sotto la ferrovia della Como-Lecco. «Alti circa un metro e ottanta, corpulenti e vestiti di nero. Lo so perché è stato mio padre a vederli – riferisce un residente – in decenni, è la prima volta che provano a entrare qui». Infine, al civico 17/A, sempre via Virgilio.

r.foglia

© riproduzione riservata