Martedì 26 Luglio 2011

Scempi a due passi dal Comune
Così muore il guardino dei bimbi

COMO Saranno anche in via Vittorio Emanuele II, ma certamente non sono i giardini del re. In pieno centro storico, a due passi dal Comune dove si ritrovano gli amministratori della città, lo stato in cui viene tenuto lo spazio dedicato ai più piccoli è indecoroso: si salvano i giochi per bambini, ma il materiale sintetico su cui poggiano i giochi stessi è tutt'altro che pulito, dalla pavimentazione si staccano sassi potenzialmente pericolosi, mancano fiori colorati e verde sotto le piante e soprattutto i servizi igienici vengono tenuti in uno stato pietoso.
Un pessimo biglietto da visita anche per le mamme e per le famiglie di turisti tedeschi, francesi e inglesi che frequentano i giardinetti, specie di questi tempi. Partiamo proprio dai servizi igienici, sporchi e nauseabondi. I servizi di destra sono dedicati a uomini, donne e disabili: sono un pantano, si accendono automaticamente le luci, arrivati in fondo ci si accorge che manca la carta igienica, manca anche il sapone nell'erogatore per potersi lavare le mani. Nei servizi di sinistra, dedicati a uomini e donne, la situazione non è migliore, anzi: l'odore è ancora più penetrante, manca l'asse del water, non c'è carta igienica e qualcuno ha rimosso in blocco l'erogatore del sapone. Per concludere, la fontanella all'esterno dei servizi ha un rubinetto difettoso che non permette la chiusura dell'acqua. A fianco, vicino al cancello di ingresso, sotto una pianta qualcuno ha abbandonato un paio di lattine di birra, qualche fazzoletto e cartaccia e un panno. Pochi centimetri più in là, si incappa in una buca nella pavimentazione a sasso nella quale si corre il rischio di prendere un storta.
Ma il pericolo più grave lo corrono i bambini che potrebbero essere indotti ad afferrare uno dei quattro sassi staccati dalla pavimentazione e abbandonati per terra.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola martedì 27 marzo

a.savini

© riproduzione riservata