Mercoledì 07 Settembre 2011

Venezia ride
della Comencini

VENEZIA - È affidata oggi agli extraterrestri, tra loro l'attore sondriese Stefano Scherini, de “L'ultimo terrestre” di Gipi l'ultima speranza di un film italiano bello in concorso a Venezia.
Dopo la delusione di “Terraferma” di Emanuele Crialese è arrivata di Cristina Comencini, il cui “Quando la notte” è un capitombolo clamoroso.
Un film drammatico sull'essere madri che diventa un modello di comicità involontaria, provocando cinque o sei risate fragorose della sala per battute che nelle intenzioni sarebbero serie. Attonita e sorpresa ieri la regista: "Mi sorprende perché credo di aver fatto un buon lavoro". (Sul quotidiano La Provincia il servizio sulla giornata veneziana, ndr)

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags