Lunedì 12 Settembre 2011

Palio del Baradello a Como
Camerlata prima in classifica

COMO Palio del Baradello, il borgo di Camerlata ha preso il volo.
Seconda giornata di gare, ieri, per la rievocazione storica medievale, che ha fatto tappa all'ex galoppatoio di Villa Erba per la disputa del torneo equestre. Cavalli e cavalieri erano già in pista al mattino per le eliminatorie, e in attesa delle finali, dai giardini a lago di Cernobbio si è snodato il corteo storico diretto verso il campo di gara, conclusosi con lo spettacolo degli Sbandieratori e musici lariani.
La prima parte della Giostra del Saraceno si è svolta regolarmente, ma verso la fine sono iniziate le contestazioni: per le partenze false, per le curve prese troppo strette dai cavalli, e per come la lancia dei cavalieri colpiva il simulacro. Atmosfera tesa, capitani nervosi e qualche mugugno anche dal pubblico, non numeroso ma appassionato e attento. Contestazioni che però non sono servite a modificare il verdetto, che ha sancito la vittoria del comune di Cernobbio, con Gino Midili in sella a "Two Soks Vanna", entrambi in gran forma nonostante il caldo e le fatiche della gara.
Grande gioia per i giallo-azzurri, vincitori della passata edizione del Palio, ma ieri a fare festa erano i borghigiani di Camerlata, piazzatisi al quarto posto nei cavalli, ma balzati in testa alla classifica provvisoria grazie alla vittoria nella gara delle carriole disputata sabato sera in via Milano bassa. Sul podio quindi ci sono Camerlata (con il fantino Andrea Lannunziata in sella a "Sohita Weare") 14 punti, Cernobbio 13 punti e, pari merito con 11 punti, Roggia Molinara (Ivan Formenti-"Host Cers Booster") e Tavernola (Dario Bernasconi-"Safarina Padellina"); a seguire Brienno (Davide Barzon-"Eves On Happy") 10 punti, Camnago Volta (Fulvio Bianchi-"My Lady Thunder") 8 punti, Breccia (Gioele Corna-"Artù") 5 punti e, fanalino di coda il borgo San Martino con Alessandro Vavassori in sella a "Senor Red Peppy", con 4 punti.

Leggi l'approfondimento su La Provincia in edicola lunedì 12 settembre

a.savini

© riproduzione riservata