Lunedì 19 Settembre 2011

In tribunale manca la carta
Ma lo Stato paga oro i legali

COMO - In tribunale conti in rosso e neanche gli occhi per piangere, ma in sette anni sono aumentati del 330% i casi di assistenza legale pagata dallo Stato.
Il cosiddetto "gratuito patrocinio", come si definisce in termini tecnici il beneficio, è stato assicurato a 127 persone nel 2003 e a 418 nel 2010, con un aumento del 10% anno su anno, ad eccezione del 2008, quando la crescita è stata addirittura del 30%.
L'impennata riguarda la giustizia civile, diritto di famiglia e matrimoniale, separazioni, divorzi, alimenti, materie tributarie ed amministrative, lavoro, volontaria giurisdizione: i dati sono raccolti dall'Ordine degli avvocati; per la giustizia penale, è il giudice ad ammettere al beneficio e le statistiche sfuggono.
«Non è un fenomeno limitato a Como, ma può essere un segnale delle difficoltà legate al momento economico - dice il presidente dell'Ordine, Alessandro Patelli - Con le variazioni legate all'inflazione, è di 10.000 euro il limite di reddito familiare fissato per l'ammissione al gratuito patrocinio. La commissione vaglia anche altri requisiti, ma il prevalente è quello del reddito».

Leggete l'approfondimento su "La Provincia" in edicola lunedì 19 settembre

p.berra

© riproduzione riservata