Giovedì 26 Gennaio 2012

La madre: "Sami è morto"
Ora lo sa anche il fratello Yassir

LIMIDO COMASCO "Sami non c'è più, è diventato un angelo". Ora anche il fratello maggiore, Yassir, sa che Sami è morto: a dirglielo è stata mamma Nadia Sakat, al suo ritorno da scuola martedì pomeriggio.

Il primo giorno i genitori avevano preferito nascondere la verità al fratello di 6 anni, che aveva assistito alla tragedia. Yassir era stato accompagnato in tutta fretta a scuola per essere tenuto il più lontano possibile dalla drammatica vicenda. Il giorno dopo la notizia era però di dominio pubblico, gli stessi suoi compagni di classe a scuola lo sapevano e lui, protetto anche dalle attenzioni della maestra, ha atteso pazientemente. La triste verità l'ha saputa da mamma Nadia che in questi giorni è ospite di una famiglia di connazionali, che vive a cento metri da casa loro. Per la donna è impossibile poter rientrare nell'abitazione: troppo forte il dolore di rivedere i giochi e i vestitini del figlio.

Nel frattempo il padre Abdel, con un cugino, è impegnato a risolvere le questioni burocratiche legate all'espatrio della bara in vista dei funerali che verranno celebrati nella loro patria, in Marocco. La data non è stata ancora fissata, sono previsti tempi lunghi, anche perché l'autopsia, richiesta dal pm di turno, verrà effettuata nei prossimi giorni all'ospedale Niguarda, dove Sami era stato trasportato con l'elicottero del 118.

g.devita

© riproduzione riservata