Mercoledì 11 Luglio 2012

Ospedale di Mariano
«Qui si rischiano tagli»

MARIANO - «Il rilancio dell'ospedale Felice Villa deve partire dalla sistemazione della palazzina B che è abbandonata ormai da sei anni. Senza questa nuova struttura, quello che avrebbe dovuto essere l'ospedale marianese, ovvero un polo riabilitativo per sub acuti, non potrà mai spiccare il volo e dare i servizi che i cittadini si aspettano. Rimanendo un ibrido, sarà sempre a rischio tagli di posti letto e di personale».

Non ha dubbi la marianese Fernanda Donchi, coordinatrice per il territorio lariano dell'associazione Tribunale dei diritti del Malato-Cittadinanzattiva, con sede presso l'ospedale cittadino: «Parlando con i pazienti e i loro familiari percepisco tanta rassegnazione ed esasperazione per la lentezza con la quale procedono anche i lavori di sistemazione della palazzina A».

L'azienda ospedaliera: «La struttura di Mariano non è a rischio tagli e propriamente non è solo un ospedale ma un polo riabilitativo cardine dell'azienda ospedaliera Sant'Anna: ogni voce su una sua possibile dismissione è assolutamente infondata»: parola del dottor Salvatore Gioia, direttore amministrativo, contattato al termine dell'incontro con i sindaci del Marianese sul futuro della struttura.

Il sito web

Leggi gli articoli completi sul giornale La Provincia di mercoledì 11 luglio

r.bianchi

© riproduzione riservata