Domenica 19 Agosto 2012

Bimba di 4 anni in ospedale
per la puntura di un insetto

SORMANO - Boom di vespe e calabroni in Provincia. Pungono in gola nascosti nelle lattine, si infilano nel casco dei motociclisti, attaccano le persone mentre raccolgono la frutta. Bisogna fare attenzione anche quando si mangia un fico appena raccolto.

Nel corso della settimana, come conferma il responsabile Mario Landriscina, il 118 è intervenuto per cinque casi importanti, con difficoltà respiratorie, di choc anafilattico causati da puntura di insetto. L'ultimo proprio oggi a Sormano, vittima una bimba di 4 anni ricoverata in ospedale a Erba.

I volontari del Lario solo sabato mattina alle 10.15 avevano ricevuto cinque richieste per snidare famiglie pungenti, l'altro giorno dieci chiamate da tutta la Provincia. Da Nesso a Bellagio, da Cantù a Fino Mornasco. L'ultimo intervento in una stamperia su via Regina.

r.caimi

© riproduzione riservata