Sabato 25 Agosto 2012

Cantù, ladri in casa a Fecchio
Rubati gioielli e una pistola

CANTÙ - I ladri, a questo giro, si sono portati via una pistola, una Beretta Calibro 22. E circa quattromila euro di ori. Tra cammei, medaglie, catenine, ricordi di fidanzamento. Senza farsi il minimo problema: in casa, lui stava guardando l'Inter in tivù e lei stava bagnando i fiori sul davanzale. A Fecchio, quello di giovedì sera sarebbe almeno il terzo furto in un paio di settimane. Il secondo in due giorni, se il conteggio comprende invece il tentativo nella notte tra mercoledì e giovedì, con un pensionato che ha sorpreso i sul balcone di via Giovanni da Cermenate. Ma questa volta, nella casa di via per Alzate, il bottino è stato messo a segno.

I ladri sono entrati in azione al numero 52 di via per Alzate, il condomino marrone all'angolo con via Sparta. Nel loro appartamento al piano terra, verso le 21.15, un uomo di 59 anni, pensionato con un passato da guardia giurata e da camionista, stava guardando la partita alla televisione, mentre la moglie stava sbrigando qualche faccenda domestica. «Avevamo la portafinestra aperta, ovviamente, visto il caldo. Sono entrati dal giardino esterno, hanno scavalcato la rete e non è stato difficile salire sul balcone. Si sono intrufolati in camera, si sono chiusi dentro e, senza far rumore, hanno messo a soqquadro tutto».

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola sabato 25 agosto.

r.foglia

© riproduzione riservata