Martedì 06 Novembre 2012

Partite dei bimbi a due euro
"E' tutta colpa della crisi"

CANTU' Da alcuni è stata avvertita come una specie di tassa sullo sport, la moneta di 2 euro chiesta per accedere alla tribuna. Anche per partite con bambini di undici anni protagonisti. Una decisione ingiusta, per i genitori di altre squadre ospiti. Ma per il Cantù San Paolo, la società sportiva che è stata costretta a introdurre il biglietto sui campi di via Milano e di via Giovanni XXIII, si tratta di pura sopravvivenza: non ci sono fondi, gli sponsor non bastano, il Comune è in ristrettezze, i costi restano. Al momento, per andare avanti, non ci sarebbero altre soluzioni.

I servizi su La Provincia in edicola martedì 6 novembre

e.marletta

© riproduzione riservata