Giovedì 03 Gennaio 2013

Sale la febbre Litfiba
Un poker all'Alcatraz

MILANO Ai Litfiba è bastato scegliere di fare l'unica cosa davvero sensazionale, una cosa che va oltre i litigi e gli armistizi, veri o di facciata, tra i due stanchi contendenti, Ghigo Renzulli e Piero Pelù, per riaccendere l'interesse, questa volta sincero, sul gruppo rock italiano più importante degli anni '80: una vera reunion con la formazione originale, che da Firenze inaugurò la prima grande stagione della scena rock indipendente, insieme ai concittadini Diaframma e a pochi altri eroici pionieri. Un serie di concerti, "Trilogia 1983-1989", che ha mandato in soffitta in un soffio anche il mediocre album, pubblicato recentemente a nome Litfiba dal duo titolare del marchio.
Tre date già sold out a tempo record (all'Alcatraz di Milano, 30 e 31 gennaio, 24 marzo, una quarta il 25 marzo, con ancora pochi biglietti disponibili a 28 euro), una anteprima ticinese il 26 gennaio all'Arena di Mendrisio, e un tour nazionale che sta già mandando in fibrillazione i vecchi fan della band, parlano chiaro

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags