Venerdì 04 Gennaio 2013

Como, caos per l'influenza
Ressa al pronto soccorso

COMO - «Siamo arrivati a 220 accessi al giorno, un numero altissimo che ha creato una situazione critica. Ormai va avanti così da due settimane». Il Pronto soccorso del Sant'Anna è sotto assedio, a causa dell'epidemia influenzale, come confermano le parole del primario Andrea Bellone. Decine e decine di comaschi, per lo più anziani e bambini fino a sei anni, hanno fatto ricorso alle cure dell'ospedale. Inevitabili le conseguenze, con pazienti che hanno dovuto attendere oltre sette ore prima di poter essere visitati.

«Si tratta delle classiche manifestazioni influenzali non complicate, con tre giorni di febbre alta e l'interessamento delle vie aeree superiori, quindi mal di gola e raffreddore - spiega Bellone - ma l'influenza è arrivata in anticipo rispetto agli anni scorsi e già nei giorni subito dopoNatale l'afflusso in Pronto soccorso è aumentato in misura significativa».

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola venerdì 4 gennaio.

r.foglia

© riproduzione riservata