Mercoledì 23 Gennaio 2013

Como, il consiglio approva
le casette dell'acqua

COMO Anche Como avrà le casette dell'acqua, distributori collegati all'acquedotto che forniranno acqua sia naturale che gassata.

Il consiglio comunale ha infatti approvato la mozione sull'argomento, presentata dal consigliere del movimento Cinque Stelle Luca Ceruti.
La mozione «invita il sindaco e la giunta a promuovere l'uso dell'acqua pubblica con una campagna di informazione e sensibilizzazione; a recuperare e valorizzare le fontanelle e i lavatoi esistenti; a realizzare sul territorio comunale distributori automatici di acqua (case dell'acqua) attraverso l'individuazione di aree comunali da affidare in concessione per la collocazione di un distributore automatico per la vendita direttamente al consumatore finale di acqua alla spina naturale e gasata. L'intervento dovrà portare alla vendita ad un prezzo calmierato dell'acqua e tale prezzo dovrà rimanere invariato per almeno due anni dalla data d'inizio dell'erogazione».

La mozione approvata dall'aula di Palazzo Cernezzi prevede tra l'altro che «gli erogatori della casa dell'acqua sono una soluzione sicura ed ecologica per un approvvigionamento idrico “intelligente” della comunità e «la spesa sostenuta per tale progetto si ammortizza in breve tempo rappresentando successivamente fonte di reddito per il comune, sia con la vendita dell'acqua che attraverso l'eventuale installazione di pannelli pubblicitari applicati sulla struttura».

p.moretti

© riproduzione riservata