Lunedì 11 Marzo 2013

E' sceso dal tetto della ditta
l'uomo che minacciava di buttarsi

FIGINO SERENZA Questa mattina alle 8.30 era salito sul tetto di un capannone in via Leopardi, a Figino Serenza. Con sé aveva cinque bombole di gas propano, di cui una con il cannello acceso. Minacciava di buttarsi perché, gridava, dallo scorso settembre non riceveva lo stipendio dall'azienda per cui lavora: una ditta di Carate Brianza che si occupa di impermeabilizzazioni, e che dallo scorso agosto sta operando proprio sugli stabilimenti dell'azienda figinese.
 «Che cosa devo fare? - gridava - devo andare a rubare per mangiare?»
Raggiunto sul tetto dal tenente della stazione dei carabinieri di Cantù, alle 10.30 è stato convinto a interrompere la sua eclatante protesta.

e.marletta

© riproduzione riservata