Martedì 23 Aprile 2013

Como, morte di un gemellino
Assolti i medici del Valduce

COMO I medici del Valduce non hanno avuto alcuna responsabilità sulla morte di un bimbo, durante un parto gemellare.

Il giudice di Como Ferdinando Buatier de Mongeot ha assolto dall'accusa di omicidio colposo i due medici dell'ospedale di via Dante che il pm della procura di Como, Simone Pizzotti, aveva individuato come i responsabili della tragedia in sala parto.

Secondo il magistrato - dunque - non vi fu colpa professionale nella morte del bimbo. Il dramma risale alla notte tra il 25 e il 26 maggio di tre anni fa. Al Valduce una giovane mamma di 28 anni era in attesa di un parto gemellare. Ma quando la donna viene portata in sala operatoria soltanto uno dei due figli si salva. L'altro muore alla nascita per colpa di quella che, con linguaggio clinico, è conosciuta come sindrome di trasfusione feto fetale.

r.foglia

© riproduzione riservata