Martedì 23 Aprile 2013

Cade l'ultimo pregiudizio
Al volante meglio le donne

Il bilancio di dieci anni di applicazione della patente a punti, fa cadere anche l'ultimo pregiudizio. Al volante le più virtuose sono le donne. In Italia i possessori di patenti sono per il 56,33% uomini e per il 43,67%, donne. Ma i punti tolti per infrazioni riguardano nel 74,56% gli uomini e solo nel 25,44% dei casi, le donne.

Le infrazioni più frequenti riguardano il superamento dei limiti di velocità, il mancato uso delle cinture di sicurezza e il passaggio con il semaforo rosso. In totale, in questi dieci anni, sono stati tolti agli italiani 85 milioni di punti. L'effetto della patente a punti sulle nostre abitudini di guida, è stato fondamentale, almeno all'inizio. Nel 2011 si è registrato un calo del 45,6% degli incidenti mortali.

L'effetto però sta diminuendo con il tempo; la relativa facilità con la quale è possibile recuperare i punti perduti, rischia di avere conseguenze negative. Per questo motivo sta per essere approvata una normativa che prevede, per coloro che hanno frequentato i corsi per il recupero dei punti, un esame finale per verificare l'apprendimento durante le ore di frequenza. La semplice partecipazione ai corsi, non basterà più.

m.romano

© riproduzione riservata

Tags