Martedì 30 Aprile 2013

Il Primo maggio in musica
Live a Cantù, stop a Como

CANTU' La festa dei lavoratori, soprattutto per i giovani, è anche sinonimo di musica e, da quest'anno, si canta e si suona anche nel club canturino All'1&35circa di via Papa Giovanni XXIII 7 (infoline 345-797.28.09) che domani sera (mercoledì 1 maggio), dalle 21, vedrà alternarsi i Granpa, Roberta Carrieri, Francis & Babyface, Massimo Olivieri, Giovanni Ghioldi e i Vicodins.
Per chi non potrà raggiungere il concertone romano, quello appena sbeffeggiato da Elio e le Storie Tese (che vi suoneranno, con invidiabile incoerenza), per chi dovrà fare a meno dei 7grani e delle band emergenti in piazza Cavour (il lago minaccia l'esondazione, l'appuntamento è annullato), ecco questo vero e proprio minifestival organizzato dallo storico locale con La Frequenza.
Il nome più atteso è, indubbiamente, Granpa, progetto stoner rock di Gianluca Bartolo, noto al pubblico indie rock per essere metà del Pan del Diavolo. Se con quella formazione riesce a essere abrasivo pur servendosi di strumenti prevalentemente acustici, figuriamoci quando dà sfogo all'elettricità.
I fan di Davide Van De Sfroos hanno imparato a conoscere Roberta Carrieri negli ultimi anni, grazie alla presenza di queta artista eclettica nella band del cantautore laghée. Ma nelle sue corde c'è molto di più.
La sua ormai celebre autopresentazione la descrive come «clown trampoliera, performer in installazioni, vestita da Barbie fetish in una confezione trasparente, con ostensorio e gomma da masticare in bocca, al limite della provocazione, immobile per ore, addormentata in una valigia rossa come la bambolina di porcellana di un carillon, ama trasformarsi ma soprattutto cantare e scrivere canzoni». Ha cantato con i Fiamma Fiumana e ha realizzato due album solistici. A Cantù presenta "Relazione complicata", il più recente.
La sigla Francis & Babyface nasconde, ma non troppo, Francis Carnelli, cantante della Mama Bluegrass Band e delle sue derivazioni, qui in duo acustico con il chitarrista Andrea Carola: blues e folk, ma non solo.
Per Massimo Olivieri occorre fare un discorso a parte: prima di essere un cantautore che proporrà i propri brani con il gruppo Rumore di Gente, è infaticabile organizzatore di concerti, assieme a Carlo Prandini dello stesso locale canturino uno dei pochi a credere ancora nella musica dal vivo.
E ancora Giovanni Ghioldi, in un'"acoustic experience" che vedrà il chitarrista spaziare tra le accordature e le tecniche chitarristiche e, buoni ultimi, ma quindi primi a guadagnare la scena, i Vicodines, quartetto di giovanissimi dal sound già maturo. Sarebbe contento Elio: niente balcani "tipo Bregovic", niente band alternativa con due cantanti "tipo Linea 77" e nemmeno folk "tipo Van De Sfroos" anche se, grazie alla Carrieri, un po' di quello spirito ci sarà, liberato.
Alessio Brunialti

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags